Ultime notizie

Home » Fotovoltaico » Costo di un impianto fotovoltaico: riflessioni.

Costo di un impianto fotovoltaico: riflessioni.

Il costo di un impianto fotovoltaico

Il costo di un impianto fotovoltaico ovviamente varia in base alla potenza e alla dimensione, ma non solo.

Il costo di un impianto fotovoltaico dipende:

  1. Dal tipo di pannello fotovoltaico;
  2. Dalla tipologia delle strutture di supporto utilizzate nell’impianto fotovoltaico;
  3. Dalla qualità della progettazione
  4. Dalla qualità dell’installazione;
  5. Dalla tipologia dell’inverter utilizzato;
  6. Da numero di pratiche burocratiche;

Quindi i costi di un impianto fotovoltaico sono:

Esistono vari tipi di pannelli fotovoltaici in circolazione.

Come prima valutazione bisogna controllare la provenienza geografica del sito di produzione.

Le due principali provenienze geografiche sono Asia, in particolare la Cina, che produce moduli fotovoltaici tendenzialmente a basso costo, ma anche di qualità non eccelsa, mentre la seconda grande provenienza è l’Europa, in particolare Germania e Italia, dove si producono moduli fotovoltaici innovativi, salvo in alcuni casi limitati di alta qualità.

I prezzi degli impianti fotovoltaici variano in base alla potenza desiderata dal cliente e alla dimensione dell’impianto.

I pannelli per essere fissati correttamente sulle coperture delle abitazioni o delle aziende hanno bisogno di un sostegno robusto, duraturo e che non appesantisca la copertura stessa.

Alcune aziende installatrici di impianti fotovoltaici utilizzano supporti di sostegno di qualità elevata, ossia acciaio inox e alluminio, mentre altre aziende utilizzano staffaggi più economici di ferro o materiali più economici.

Un’altra valutazione fondamentale riguardo gli staffaggi consiste nel verificare che i pannelli vengano montati sulla copertura del tetto senza praticare fori sulle tegole, perché questo pur essendo una pratica utilizzata da alcune aziende per velocizzare il lavoro crea inevitabilmente con il tempo infiltrazioni di acqua, molto dannose.

I pannelli per essere produttivi al massimo devono essere orientati verso sud con un grado di inclinazione prossimo ai 30°.

Non devono avere ombreggiamenti, come per esempio piante, camini, che possono fare ombra e quindi diminuire l’energia prodotta dagli stessi pannelli.

Alcune aziende venditrice di impianti fotovoltaici utilizzano pannelli solari di ottima qualità, ma trascurano tutte le altre componenti dell’impianto.

Essendo un impianto fotovoltaico paragonabile ad una autovettura è ovvio che non basta avere un buon motore, per far andare forte la macchina ma ci vogliono anche ottime gomme ottime sospensioni, un ottimo assetto, ecc..

costo di un impianto fotovoltaico

Serra

Azienda Agricola

Azienda Agricola

 

L’inverter trasforma l’energia solare in elettricità, passando quindi da una tensione continua (bassa) ad una tensione alternata ( alta).

Un altro componente fondamentale di un impianto fotovoltaico è l’inverter; un inverter serve a trasformare la corrente da continua ad alternata e per far ciò vi sono inevitabili dispersioni di corrente.

Vi sono diverse tipologia di inverter sul mercato, ovviamente i migliori sono quelli che disperdono meno corrente possibile.

Molte volte il cliente in fase di acquisto effettua una valutazione riferita solo al fattore prezzo, e non tiene conto di tutte le variabili fondamentali.

Gli impianti fotovoltaici, inoltre, devono avere dei cavi sufficientemente ampi e ben dimensionati da un progettista per poter permettere meglio il passaggio di corrente.

Alcuni installatori utilizzano cavi sotto dimensionati e non adeguati all’impianto fotovoltaico stesso

Ci si deve assicurare che i cavi siano cavi solari certificati, ossia che abbiano una doppia protezione, cioè un doppio strato di isolamento che li protegge dagli agenti atmosferici, dall’acqua, dal calore, da eventuali roditori.

Le pratiche burocratiche consistono nell’avere il consenso di installare i pannelli e avere l’autorizzazione sia dal comune sia dall’ente gestore dell’energia elettrica.

In alcuni casi molto rari deve essere richiesta l’autorizzazione anche alla soprintendenza, ossia l’organo che vigila sugli interventi edilizi effettuati in zone protette dal vincolo paesaggistico.

Un’altra pratica burocratica fondamentale viene svolta per collegare l’impianto alla rete elettrica nazionale. Questo richiede circa 40 giorni di tempi tecnici.

Una componente che non tutti valutano, ma che è molto importante è la tipologia di vetro che protegge il pannello fotovoltaico.

In questi ultimi anni vi sono stati molti pannelli danneggiati, a causa di un vetro scarsamente resistente. Invece vetri di qualità elevata hanno resistito, e resistono senza problemi agli agenti atmosferici più violenti, come la grandine.

Il vetro di un pannello è di tipo temperato, ma non sempre autopulente. Il pannello se ricoperto di polvere e sporco produce meno energia.

Come è facile da capire, un vetro auto-pulente con il passare del tempo permette un passaggio di raggi solari più alto, e di conseguenza una maggiore produzione di energia. Questo vetro, grazie a delle nano-particelle, ha la  superficie antiaderente, limitando l’accumulo delle impurità, è anche idrorepellente, ciò permette alla impurità di scivolare via.

Alcuni vetri sono anche calpestabili, per agevolare eventuali manutenzioni in punti centrali dell’impianto.

I pannelli europei prima di essere immessi sul mercato superano dei test preliminari, tra cui il test per la grandine, test sulla produttività, test di shock elettrico e numerosi altri test.

I pannelli asiatici invece, non sono soggetti a dover effettuare questi test che ne garantiscono la qualità.

pannello1

costo di un impianto fotovoltaico

 

 

Il costo dell’energia in questi ultimi anni è aumentata, e con l’installazione di un impianto fotovoltaico, avresti la bolletta a costo zero.

Il costo di un impianto fotovoltaico si ripagherebbe da solo in massimo 7 anni!

Ora sei proprio convinto di scegliere il tuo impianto fotovoltaico valutando solo il costo o è meglio scegliere in base a tutti gli elementi che ti ho citato qui sopra? RICHIEDI UN PREVENTIVO ORA!

Un commento

  1. Federico Gritti

    Non ci sono dubbi, al giorno d’oggi conviene sempre di più un impianto solare. Ma bisogna fare attenzione, in quanto essendo degli impianti altamente innovativi vi sono molte aziende che rinunciano alla qualità per spendere meno, anche se poi li fanno pagare di più del loro valore effettivo. Il mio impianto è di provenienza italiana e nonostante le spese non molto economiche sono altamente soddisfatto. Di conseguenza preferisco spendere di più ma avere un impianto ottimo ed all’avanguardia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*